Menu
i due carabinieri_NEW_m
Loading tracks...

 

Anno: 1984
Regia: Carlo Verdone
Sceneggiatura: Carlo Verdone, Leo Benvenuti, Piero De Bernardi
Fotografia: Danilo Desideri
Musiche: Fabio Liberatori, Stadio
Attori: Carlo Verdone, Enrico Montesano, Paola Onofri, Massimo Boldi, Guido Celano, John Steiner

Questo film segnò un cambio di rotta nel mio percorso. Cecchi Gori voleva una commedia di impianto classico che potesse sbaragliare il botteghino e così propose a Carlo di girare un film molto diverso dai precedenti.

Pur avendo accantonato la sperimentazione più ardita, mi divertii nell’impiegare l’elettronica per eseguire alcune tipiche marcette. Grazie all’ausilio di sofisticati campionatori provai a ricreare i suoni originali di strumenti come trombe e rullanti. A proposito di rullanti, ricordo che approfittai di una session con gli Stadio per chiedere al batterista Giovanni Pezzoli di interpretare dal vivo alcune tipologie di marce militari che poi utilizzai in diversi temi impiegati nel film. Certo, ci sono anche sonorità più cupe e più vicine ai miei gusti, ma anche quelle marcette contenevano qualcosa d’inconsueto.

Inoltre c’è Vorrei, il tema romantico del film, scritto da me e Luca Carboni ed eseguito dagli Stadio… Uno dei cavalli di battaglia del gruppo, anche se nel film compare in versione strumentale nei momenti più rilassati. E’ un brano che funziona sempre benissimo, anche perché Curreri riesce ad arricchire la musica con un notevole spessore vocale.

Di lì a poco avrei lasciato gli Stadio per seguire la mia strada di compositore per il cinema. Fu una decisione molto sofferta ma necessaria. Ma essendoci una forte amicizia tra me e gli altri membri del gruppo, le nostre strade si sarebbero nuovamente incrociate per nuove, stimolanti, collaborazioni artistiche.