Menu
grande grosso e verdone_m
Loading tracks...

Anno: 2008
Regia: Carlo Verdone
Sceneggiatura: Piero De Bernardi, Pasquale Plastino, Carlo Verdone
Fotografia: Danilo Desideri
Musiche: Fabio Liberatori
Attori: Carlo Verdone, Claudia Gerini, Geppi Cucciari, Eva Riccobono

Grande grosso e… Verdone segna il ritorno – a grande richiesta dei fan – di Carlo ai cosiddetti “personaggi” che gli hanno reso tanta popolarità.

E’ il film dove ho avuto più spazio in assoluto per la musica – poco più di mezz’ora – e dove ho potuto sbizzarrirmi tra vari stili grazie alla suddivisione in tre episodi. Sonorità classiche per il primo, suoni misti tra elettronica e orchestra per il secondo (alcuni eseguiti al piano dal mio caro amico Arturo Stalteri) e brani totalmente elettronici nel terzo. Ricordo con piacere che mi avvalsi di uno strumento costoso, “difficile” e poco diffuso spesso utilizzato da Hans Zimmer. Ma ricordo anche con terrore le difficoltà che incontrai nel brano della danza del ventre perché in scena vi erano realmente numerosi strumenti arabi dei quali dovevo ricreare i relativi suoni e poi unirli senza sbavature. Un incubo! E poi c’è il pezzo dei titoli di coda, atipicamente rockeggiante, per il quale chiesi a Paolo Verdone (figlio di Carlo) di suonare la chitarra elettrica.

Paolo è un ragazzo umile, colto, preparato e suona benissimo la chitarra. Peccato che non abbia il tempo necessario per dedicarsi allo strumento, perché ha delle grandi potenzialità che potrebbero portarlo molto lontano.